Articoli

DIARREA: ecco alcuni consigli

DIARREA e diarrea del viaggiatore: consigli naturali

La diarrea è un disturbo molto frequente che colpisce adulti e bambini e può presentarsi in qualsiasi momento dell’anno. É caratterizzata da 3 o più evacuazione di feci non formate o liquide nell’arco delle 24 ore, a cui si possono accompagnare altri sintomi come gonfiore e crampi addominali, spossatezza e in alcuni casi febbre.

Nella maggior parte dei casi la causa della diarrea è di tipo microbico: virus, batteri, funghi e altri parassiti sono spesso all’origine di questo disturbo che quando si manifesta costringe la persona colpita a restare a casa per alcuni giorni, interferendo con la quotidianità e rovinando eventuali viaggi e vacanze.

Continua a leggere

PRIMAVERA: disintossica l’organismo!

DEPURAZIONE DI PRIMAVERA: DISINTOSSICA L’ORGANISMO PARTENDO DALL’INTESTINO

La sedentarietà e l’alimentazione eccessivamente ricca tipiche della stagione fredda portano l’organismo a produrre più tossine di quante ne riesca a smaltire, causando un accumulo di sostanze nocive.

Continua a leggere

DISINTOSSICARE L’ORGANISMO: ecco perché depurare stomaco e intestino

AUTUNNO: è l’ora di depurare l’organismo e rinforzare il sistema immunitario!

PREPARA IL TUO ORGANISMO ALL’INVERNO, DEPURANDO LO STOMACO E L’INTESTINO

L’autunno è un momento di passaggio in cui prepararsi alla stagione più rigida. L’estate appena trascorsa, avrà comportato un sovraccarico tossinico a livello dell’intero organismo dovuto al cambio di stile alimentare, agli sbalzi di temperatura, ad un’esagerata esposizione al sole o a viaggi stancanti.

Continua a leggere

DIARREA DEL VIAGGIATORE: sintomi, cause e prevenzione

La diarrea del viaggiatore, come viene comunemente definita, è la malattia più comune che può colpire in viaggio. Ogni anno colpisce fra il 20 e il 30 per cento dei viaggiatori internazionali, ovvero circa 10 milioni di persone.

Continua a leggere

Disturbi intestinali: riportare l’equilibrio naturalmente

Intestino gonfio, crampi, colite, colon irritabile sono tra i disturbi intestinali più frequenti nella nostra società. Le cause sono da ricercarsi nello stile di vita moderno: l’abuso di farmaci, soprattutto antibiotici, l’utilizzo di sostanze che alterano la naturale acidità dello stomaco, un’alimentazione ricca di zuccheri e di proteine di origine animale, pasti consumati frettolosamente, lo stress e le tensioni delle giornate frenetiche che quotidianamente viviamo. Tutto questo porta ad un’alterazione della popolazione di microrganismi che risiede nel nostro intestino e che compone la flora intestinale.

Continua a leggere

INTESTINO: un ruolo fondamentale per tutto l’organismo!

Attenti al GLUTINE!

Ebbene sì, ora finalmente è ufficiale: non esiste solo la celiachia ma anche una forma di intolleranza al glutine molto più diffusa, altrimenti detta “gluten sensitivity”…

Nuove evidenze hanno finalmente permesso anche alla medicina tradizionale di riconoscere “ufficialmente” una “nuova” patologia: la gluten sensitivity (sensibilità al glutine) o altresì “l’altra celiachia”.
A meno che i test di laboratorio “ufficiali” non ne diano prova inconfutabile, con la conseguente diagnosi di celiachia, la medicina ufficiale ha sempre ignorato, infatti, che un soggetto possa avere un “problema” con il glutine. Eppure, riferendoci solo al nostro paese, sono circa 3 milioni le persone che, pur in assenza di test positivo per la celiachia, accusano sintomi a questa sovrapponibili: intestino irritabile, gonfiore, scariche, dolori addominali, emicrania, stanchezza cronica, anemia e disturbi correlati. Grazie ai suoi studi, il Dottor Alessio Fasano, ricercatore dell’università del Maryland a Baltimora e da anni impegnato nella ricerca sugli effetti del glutine nell’organismo, ha finalmente permesso di riconoscere ufficialmente ciò che la medicina alternativa sostiene da tempo: l’ipersensibilità al glutine (e ai cereali che lo contengono) esiste; possiamo chiamarla “intolleranza al glutine” oppure “gluten sensitivity”, oppure anche, come si legge spesso, “celiachia mascherata” o “quasi celiachia”… Continua a leggere