Login
password dimenticata?

Non sei ancora registrato?

Registrati

Carenza di ferro in gravidanza: alimentazione e integratori

pregnant (1)

In gravidanza è indispensabile monitorare i livelli di ferro presenti nel sangue attraverso delle analisi periodiche, dal momento che questo minerale svolge delle funzioni indispensabili allo sviluppo del bambino.

Che funzioni svolge il ferro in gravidanza e qual è il fabbisogno giornaliero

Il ferro contribuisce infatti alla crescita del feto e della placenta e, dal terzo trimestre, inizia ad essere assorbito anche dal feto stesso, che lo utilizzerà come scorta per i primi mesi di vita.
Per soddisfare le nuove esigenze, il fabbisogno giornaliero di una donna in dolce attesa aumenta in maniera esponenziale, passando da 11mg/die (valore medio di una donna fertile) a 22mg/die.
Va poi considerato che durante la gestazione avvengono dei cambiamenti fisiologici nel corpo della donna: per esempio aumenta il volume ematico in circolo nell'organismo e diminuisce la concentrazione di globuli rossi ed emoglobina nel sangue, che diventa più fluido.
Ecco perché, sebbene durante la gravidanza aumenti la capacità di assorbire il ferro e si interrompano le perdite associate al ciclo mestruale, è molto frequente riscontrare una carenza di questo minerale nelle gestanti.

Quali sono i sintomi di una carenza di ferro in gravidanza?

I sintomi di una carenza di ferro possono essere confusi con il malessere associato allo stato interessante, ma non vanno sottovalutati. I più comuni sono:

  • Sensazione di stanchezza o astenia
  • Eccessivo affaticamento anche per sforzi lievi
  • Pallore della pelle
  • Mani e piedi freddi
  • Unghie e capelli deboli
  • Mal di testa acuti
  • Irritabilità e umore depresso
  • Difficoltà di concentrazione
  • Difficoltà cognitive

I legumi sono tra i cibi di origine vegetale più ricchi di ferro

ceci

Quali sono i rischi di una carenza di ferro in gravidanza?

Bassi livelli di ferro espongono il bambino a diversi rischi, più o meno gravi. Aumentano, per esempio, le possibilità di parto prematuro e possono insorgere altre complicazioni che riguardano la crescita del feto e il suo sviluppo.

Alimentazione e integratori

Il ferro può essere assunto con l’alimentazione. I cibi di origine animale sono quelli che garantiscono un’assimilazione più efficace. Tra questi segnaliamo in particolare:

  • Carne rossa, pollo, tacchino ben cotti
  • Uova ben cotte
  • Pesce (salmone e tonno ben cotti)

Ricordiamo di non eccedere con il consumo di questi alimenti e di cuocerli bene prima di mangiarli. Per qualsiasi dubbio, rivolgersi al proprio medico.

Alimentazione vegetariana e vegana e carenza di ferro

Le donne che seguono una dieta vegetariana o vegana non devono cambiare le proprie abitudini, ma avere l’accortezza di consumare i cibi di origine vegetale più ricchi di ferro, come:

  • Cereali integrali, in particolare il riso
  • Cioccolato fondente amaro
  • Legumi (meglio se secchi), in particolare lenticchie e ceci
  • Frutta disidratata: fichi, albicocche, ecc.
  • Frutta secca e oleosa: anacardi, nocciole, semi di girasole, ecc.; crema tahin
  • Verdure a foglia verde scuro lavata accuratamente
  • Barbabietola rossa

Inoltre, per migliorare l’assorbimento di ferro, è buona norma associare al pasto cibi contenenti Vitamina C (kiwi, fragole, agrumi, radicchio, pomodori) che possono aumentarne il grado di assorbimento. Andrebbe invece ridotta l’assunzione di quelli ricchi di calcio, tannini (tè e caffè) e fitati.

Il nostro consiglio è di unire sempre ad una sana alimentazione anche una corretta integrazione. In commercio si trovano prodotti a base di sali organici ferrosi (solfato, succinato, fumarato, gluconato o lattato) o ferrici, spesso arricchiti con Vitamine C, B6 e B12, che favoriscono la sintesi di ferro e la moltiplicazione dei globuli rossi.

A differenza dei comuni integratori, BIODIFeR contiene Lactobacillus plantarum 299v, un ceppo probiotico, oggetto di oltre 50 pubblicazioni scientifiche, in grado di convertire la forma ferrica in quella ferrosa, aumentando la biodisponibilità del ferro. 

Scopri l’efficacia clinicamente testata di BIODIFeR

Bibliografia 

- Hoppe M, et al. Freeze-dried Lactobacillus plantarum 299v increases iron absorption in young females-Double isotope sequential single-blind studies in menstruating women. PLoS One. 2017; 12: e0189141
- Axling U, et al. The effect of Lactiplantibacillus plantarum 299v® together with a low dose of iron on iron status in healthy pregnant women: A randomized clinical trial. Acta Obstet Gynecol Scand. 2021; [Online ahead of print]
- Goossens D, et al. Survival of the probiotic, L. plantarum 299v® and its effects on the faecal bacterial flora, with and without gastric acid inhibition. Dig Liver Dis. 2005; 37:44-50
- Bering S, et al. A lactic acid-fermented oat gruel increases non-haem iron absorption from a phytate-rich meal in healthy women of childbearing age. Br J Nutr. 2006; 96:80-5
- Axling U, et al. The Effect of Lactobacillus plantarum 299v on Iron Status and Physical Performance in Female Iron-Deficient Athletes: A Randomized Controlled Trial. Nutrients. 2020; 12:1279
- Pretzer G, et al. Biodiversity-based identification and functional characterization of the mannose-specific adhesin of Lactobacillus plantarum. J Bacteriol 2005; 187: 6128-36
- Adlerberth I, et al. A mannose-specific adherence mechanism in Lactobacillus plantarum conferring binding to the human colonic cell line HT-29. Appl Environ Microbiol. 1996; 62:2244-51
- Tallon R, et al. Strain- and matrix-dependent adhesion of Lactobacillus plantarum is mediated by proteinaceous bacterial compounds. J Appl Microbiol. 2007; 102: 442-1
- Mack DR, et al. Extracellular MUC3 mucin secretion follows adherence of Lactobacillus strains to intestinal epithelial cells in vitro. Gut 2003; 52: 827-33
- Sandberg AS, et al. Iron Supplements Containing Lactobacillus plantarum 299vIncrease Ferric Iron and Up-regulate the Ferric Reductase DCYTB in Human Caco-2/HT29 MTX Co-Cultures. Nutrients. 2018; 10:1949
- Ducrotté P, et al. Clinical trial: Lactobacillus plantarum 299v(DSM 9843) improves symptoms of irritable bowel syndrome. World J Gastroenterol. 2012; 18:4012-8
- Harrington M, et al. A comparison of the bioavailability of Ferrous fumarate and Ferrous sulfate in non-anemic Mexican women and children consuming a sweetened maize and milk drink. Eur J Clin Nutr. 2011; 65:20-5
- Lane DJR & Richardson DR. The active role of vitamin C in mammalian iron metabolism: Much more than just enhanced iron absorption! Free Radic Biol Med. 2014; 75:69-83
- Toth I & Bridges KR. Ascorbic Acid Enhances Ferritin mRNA Translation by an IRP/Aconitase Switch. J Biol Chem 1995; 270: 19540-19544
- Bridges KR & Hoffmann KE. The effects of ascorbic acid on the intracellular metabolism of iron and ferritin. J Biol Chem 1986; 261:14273-14277
- Iyer R & S K Tomar. Folate: a functional food constituent. J Food Sci. 2009; 74: R114-22
- McNulty H, & Pentieva K. Folate bioavailability. Proc Nutr Soc. 2004; 63:529-36

acne-e-stress-quando-le-emozioni-si-esprimono-sulla-pelle
Acne e stress: quando le emozioni si esprimono sulla pelle
continua a leggere
perche-i-fastidi-del-condotto-uditivo-colpiscono-cosi-spesso-i-piu-piccoli
Perché i fastidi del condotto uditivo colpiscono così spesso i più piccoli?
continua a leggere
acne-e-alimentazione-dieta-e-consigli-utili
Acne e alimentazione: dieta e consigli utili
continua a leggere