Login
password dimenticata?

Non sei ancora registrato?

Registrati

Cistite da luna di miele: i principali rimedi naturali

1 ARTICOLO Tavola disegno 1

Cistite da luna di miele, cos’è? Approfondiamolo insieme e vediamo i rimedi che la natura ci offre.


Cos’è la cistite da luna di miele?


Viene definita cistite da luna di miele perché è una forma di cistite che un tempo era legata al viaggio di nozze, il quale era la prima occasione per avere un’intensa vita sessuale.
 
I rapporti sessuali intensi e prolungati favoriscono infatti la distribuzione di batteri a volte presenti nella zona genitale maschile e che, durante il contatto, possono infettare le vie urinarie femminili.

coppia carina abbracciare e sorridente nella loro nuova casa
IMM 05

Sapevi che i sintomi si manifestano solitamente da 1 a 3 giorni dopo il rapporto?

Quali sono i sintomi della cistite da luna di miele?

I sintomi sono quelli classici della cistite:

  • Necessità di urinare spesso,
  • Bruciore,
  • Difficoltà e dolore durante la minzione.
     

I sintomi si manifestano solitamente da 1 a 3 giorni dopo il rapporto.

Cosa fare in caso di infezione da cistite?

Solitamente è sufficiente bere molta acqua naturale e seguire una dieta a basso indice glicemico, ovvero con pochi zuccheri, ma se i sintomi non migliorano entro mezza giornata o addirittura peggiorano è fondamentale rivolgersi al medico.

Utile è, subito dopo i rapporti, urinare spesso, bere almeno due bicchieri di acqua naturale, detergere le vie genitali con un detergente intimo specifico ad azione igienizzante.

mano della donna del primo piano sotto il flusso di spruzzi d acqua concetto di cura della pelle

Come prevenire la cistite da luna di miele?

Con una serata come San Valentino, ci aspettiamo che l’amore sia nell’aria, perciò vi consigliamo di prevenire l’insorgere della cistite con qualche elemento che la natura ci ha donato:
 
L’ESTRATTO DI SEMI DI POMPELMO (Grapefruit Seed Extract) è ricavato dai semi e dalle membrane del pompelmo. Grazie alla sua AZIONE SULL'EQUILIBRIO MICROBICO, rappresenta una valida alternativa di trattamento VERSO MOLTEPLICI ATTACCHI BATTERICI.

Ricchissimo in composti polifenolici, manifesta un potere batteriostatico VERSO MOLTEPLICI BATTERI OPPORTUNISTI GRAM+ E GRAM-, fra cui anche l’Escherichia coli.

UVA URSINA

Pianta della famiglia delle Ericaceae, nota per l’azione benefica quale DISINFETTANTE DEL TRATTO URINARIO e per questo tradizionalmente utilizzata, da sola o in associazione, per il TRATTAMENTO E LA PREVENZIONE DELLE INFEZIONI ALLE VIE URINARIE.


L’arbutina presente nelle foglie dell’Uva ursina, è il principio vegetale più studiato della pianta ed ha un’azione antisettica e quindi protettiva specifica dall'attacco dei patogeni delle vie urinarie. 

Ha, inoltre, ATTIVITÀ LENITIVA, DIURETICA E VASO PROTETTIVA.

PILOSELLA


È la pianta indicata per i disturbi delle vie urinarie grazie alla sua ATTIVITÁ DIURETICA. Ha AZIONE LENITIVA, che favorisce l’eliminazione dei composti azotati e dei cloruri. Ha anche una buona azione antibatterica sui patogeni responsabili della cistite, in sinergia con il Pompelmo e l’uva ursina.

microbiota-e-microbioma-cosa-sono-e-quali-sono-le-differenze
Microbiota e microbioma: cosa sono e quali sono le differenze
continua a leggere
mal-di-stomaco-l-importanza-di-conoscerne-le-cause
Mal di stomaco: l’importanza di conoscerne le cause
continua a leggere
reflusso-notturno-capire-le-cause-e-i-sintomi
Reflusso notturno: capire le cause e i sintomi
continua a leggere