donna cibo

Ritrovare l’equilibrio dopo le feste

Tra pranzi in famiglia e cenoni in compagnia, il periodo delle Feste Natalizie è ricco di abbuffate tra amici e poco tempo per mantenersi in forma. Capiterà a molti di sentirsi gonfi o appesantiti, e non è certo un’esclusiva del periodo di Natale: anche il rientro dalle vacanze estive e i primi freddi autunnali rappresentano momenti di stress per il nostro organismo.

In ogni caso, la sinergia tra alimentazione sana e attività fisica, può aiutarci a ritrovare un nuovo equilibrio.

Perché abbiamo bisogno di regolare la nostra alimentazione dopo il Natale?

I piatti della nostra tradizione sono spesso ricchi di carboidrati, grassi, sodio e zuccheri semplici, nutrienti che, in quantità eccessive rispetto al fabbisogno, contribuiscono all’aumento della massa grassa, al gonfiore e all’accumulo di sostanze nocive. Contemporaneamente, pandoro, panettone e torroni vari comportano un sovraccarico di lavoro per il fegato. Il nostro organismo in queste situazioni si trova in difficoltà e noi possiamo aiutarlo con una revisione della nostra alimentazione che possa soddisfare le sue necessità.

cena natale

La dieta depurativa invernale

Quali sono quindi le buone abitudini e i cibi più preziosi per aiutarci in questa fase dell’anno?

Possiamo partire con due semplici regole:

  • La corretta idratazione attraverso un consumo adeguato di acqua (2 litri al giorno)
  • La scelta di cibi freschi e di stagione

Da questo punto di vista, l’inverno ci offre una buona varietà di frutta e verdura ideale per il nostro scopo, ecco alcuni esempi:

Arancia. In qualsiasi varietà, le arance sono preziose perché sono dei veri e propri concentrati di vitamina C, utili per purificare l’organismo e per rafforzare le difese immunitarie.

Pompelmo. Tra gli agrumi, il pompelmo si differenzia poiché contiene provitamina A, C, D, B1, P.

Kiwi. Non tutti sanno che proprio il kiwi è uno dei frutti più ricchi di vitamina C: mangiato da solo o all’interno di una macedonia, permetterà all’organismo di ritrovare l’equilibrio.

Cavolfiore. In questa verdura sono concentrate sia le vitamine (A e C) che i minerali (potassio, calcio, fosforo, ferro) più importanti per i nostri organi depurativi.

Carciofo. Noto per le capacità digestive, il carciofo favorisce la diuresi e abbassa i livelli di colesterolo, incrementati dai tipici piatti natalizi.

Finocchio. Con piatti a base di finocchi, è possibile agire sul gonfiore addominale, oltre che sul favorire la digestione. Proprietà tale per cui molte tisane digestive sono proprio a base di finocchio.

Se non volete rinunciare a pasta, pane e cracker, una buona regola è quella di preferire quelli da fonti integrali, perché apportano più fibra e micronutrienti rispetto a quelli raffinati, oltre a questo aumentano il senso di sazietà, facilitano il transito intestinale e riducono l’indice glicemico del pasto.

Riprendere le buone abitudini, allenamento compreso

Una volta rivista la nostra lista della spesa, è il momento di inserire nelle nostre buone abitudini anche l’attività fisica. Spesso il periodo delle feste è anche quello in cui ci riposiamo, dedichiamo più tempo ai nostri affetti e ci concediamo un po’ di svago e libertà dagli impegni con il nostro allenamento.

Riprendere l’attività fisica in modo corretto, dopo un periodo di inattività è sicuramente faticoso e per qualcuno potrà risultare anche noioso e poco stimolante. Sappiate però che il tessuto muscolare è capace di rispondere con molta prontezza alle sollecitazioni dell’allenamento quasi indipendentemente dalla lunghezza del periodo di inattività.

L’attività fisica consigliata è quella di tipo aerobico finalizzata ad un sano movimento, graduale, armonico ma soprattutto costante. L’ottimale sarebbe comunque combinare una camminata a degli esercizi di rinforzo muscolare.

attività fisica

Consigli pratici per riprendere l’attività fisica al meglio

  • Procedete con cautela e incrementare l’attività soltanto nel momento in cui vi sentite a vostro agio e per niente affaticati al termine di una seduta.
  • L’ideale per iniziare è programmare almeno 3 uscite nell’arco di una settimana, di minimo 30 minuti l’una, fino a un massimo di 6. Non cercate di strafare: mai bruciare le tappe e tenere sempre presente che i tempi di “recupero” sono altrettanto importanti che quelli di allenamento per evitare di incorrere in infortuni.
  • Le motivazioni sono fondamentali: importante è darsi piccoli obiettivi, non lontani nel tempo, ma modesti ed in tempi ravvicinati (“entro quindici giorni devo riuscire a fare questo”). I piccoli successi parziali rafforzeranno e incentiveranno la motivazione.
  • Scegliete attività piacevoli e svolgetele in compagnia, questo vi aiuterà ad essere costanti
  • Se riuscite dedicatevi all’attività fisica al mattino: una blanda attività aerobica appena svegli e a stomaco vuoto fa perdere peso. L’organismo trae energia dalle scorte di grassi perché non trova zuccheri.

9 regole da seguire in caso di bruciore di stomaco

In caso di bruciore di stomaco, acidità e gonfiore, seguire qualche semplice regola ti aiurerà a stare meglio in modo naturale:

Continua a leggere

Sai riconoscere il tuo MAL DI TESTA?

Il mal di testa è uno dei motivi più comuni di consultazione medica, spesso interferisce con la possibilità di lavorare e di compiere le attività quotidiane. Sebbene i mal di testa possano essere dolorosi e stressanti, di rado sono causati da una patologia grave; è importante però riconoscerne la causa per un adeguato trattamento.

Continua a leggere

RAFFREDDORE O INFLUENZA?

INFLUENZA E RAFFREDDORE costituiscono i due principali malanni stagionali che ci affliggono in inverno. Sono entrambi di ORIGINE VIRALE: il raffreddore è causato prevalentemente dai Rhinovirus (30-80%), l’influenza invece dai virus appartenenti alla famiglia degli Orthomyxovirus, che altamente contagiosi possono determinare gravi complicanze. Continua a leggere

Febbre e malanni di stagione? Ecco 6 consigli per le mamme

Facciamo chiarezza, la febbre non è una malattia!

alle prime linee di febbre, non farti prendere dall’ansia; la febbre è un meccanismo di difesa naturale che l’organismo mette in atto per cercare di risolvere l’infezione in corso. l’aumento della temperatura inattiva virus e batteri, ed evolve come un ciclo.

Continua a leggere

L’alimentazione nei mesi freddi (anche per il tuo bimbo!)

Per superare al meglio i mesi freddi, la prevenzione è molto importante. Un’alimentazione corretta, equilibrata e ricca di sostanze protettive che aumentano le difese dell’organismo e rinforzano il sistema immunitario è il primo passo per non risentire degli inevitabili sbalzi di temperatura e assicurarsi un inverno in salute.

Continua a leggere

Bimbi e sistema immunitario in equilibrio: ecco come prevenire i malanni stagionali

Le AFFEZIONI PIU’ COMUNI che colpiscono le persone di ogni età, e PRINCIPALMENTE I BAMBINI, sono nella maggioranza dei casi di NATURA VIRALE; sono di natura batterica solo nel 30% dei casi. La maggior parte delle infezioni virali nell’infanzia non è grave e si manifesta per esempio con: raffreddore, mal di gola, vomito, diarrea, e febbre.

Continua a leggere

ALIMENTAZIONE SANA SIN DA PICCINI: il migliore investimento per la salute!

Sapevi che le preferenze per un’alimentazione sana e l’abitudine ad un regolare esercizio fisico si consolidano già nei primissimi anni di vita? Per questo è molto importante insegnare ai più piccoli ad alimentarsi correttamente ed invitarli a praticare sport! Ecco quindi alcuni nostri consigli alimentari per il tuo bimbo: Continua a leggere

DIARREA: ecco alcuni consigli

DIARREA e diarrea del viaggiatore: consigli naturali

La diarrea è un disturbo molto frequente che colpisce adulti e bambini e può presentarsi in qualsiasi momento dell’anno. É caratterizzata da 3 o più evacuazione di feci non formate o liquide nell’arco delle 24 ore, a cui si possono accompagnare altri sintomi come gonfiore e crampi addominali, spossatezza e in alcuni casi febbre.

Nella maggior parte dei casi la causa della diarrea è di tipo microbico: virus, batteri, funghi e altri parassiti sono spesso all’origine di questo disturbo che quando si manifesta costringe la persona colpita a restare a casa per alcuni giorni, interferendo con la quotidianità e rovinando eventuali viaggi e vacanze.

Continua a leggere

Candida: l’importanza di agire a livello sistemico

Alle donne può capitare di soffrire di disturbi che coinvolgono le zona genitale e che provocano prurito, irritazioni, bruciori e perdite anomale. Questi sintomi possono essere il segnale di problematiche come vaginiti, candidosi e cistiti, disturbi diffusi e che, se non adeguatamente trattati, possono portare a recidive o diventare cronici.

Continua a leggere

PRIMAVERA: disintossica l’organismo!

DEPURAZIONE DI PRIMAVERA: DISINTOSSICA L’ORGANISMO PARTENDO DALL’INTESTINO

La sedentarietà e l’alimentazione eccessivamente ricca tipiche della stagione fredda portano l’organismo a produrre più tossine di quante ne riesca a smaltire, causando un accumulo di sostanze nocive.

Continua a leggere

Allergie: cause, sintomi e prevenzione

Le allergie respiratorie sono problematiche sempre più diffuse, si manifestano in modi diversi e hanno la loro origine in un’alterazione del sistema immunitario. Spesso ci si riferisce alle allergie focalizzando l’attenzione esclusivamente sull’aspetto sintomatico senza tenere in considerazione come lo stile di vita e in particolare l’alimentazione possono influenzare la frequenza e l’intensità degli episodi acuti.

Continua a leggere

Carenza di MAGNESIO: cause e sintomi

Il magnesio

Il magnesio è un elemento essenziale per moltissimi meccanismi e processi vitali che avvengono nel nostro organismo: potrà forse sorprendere, ma se ne contano più di 300!

Il giusto apporto di questo elemento garantisce molteplici benefici per la salute, sia fisica sia mentale.

Continua a leggere

TRACHEITE: sintomi e cause

La tracheite è un’infiammazione delle mucose che rivestono la superficie interna della trachea, il tratto di apparato respiratorio che si trova tra la laringe, la zona dove si trovano le corde vocali, e i bronchi.

Continua a leggere

La microflora intestinale

Fermenti lattici e probiotici

a cosa servono?

Il termine probiotico viene dalle parole greche “pro” e “bios” e significa “a favore della vita”. Con questo vocabolo si identificano tutti quei microrganismi vivi in grado di assicurare effetti benefici alla salute delle persone quando assunti per via orale in quantità appropriata.

Continua a leggere