ALIMENTAZIONE SANA SIN DA PICCINI: il migliore investimento per la salute!

Sapevi che le preferenze per un’alimentazione sana e l’abitudine ad un regolare esercizio fisico si consolidano già nei primissimi anni di vita? Per questo è molto importante insegnare ai più piccoli ad alimentarsi correttamente ed invitarli a praticare sport! Ecco quindi alcuni nostri consigli alimentari per il tuo bimbo:

Verdura e frutta sono la base di una sana alimentazione e dovrebbero far parte di ogni pasto e spuntino. La varietà nella scelta permette di introdurre correttamente sali minerali, vitamine e antiossidanti necessari per l’organismo; sarà anche garantito un buon apporto di fibre, che prevengono la stitichezza.

 

Le proteine devono essere prevalentemente da fonte vegetale (legumi) e dal pesce; è quindi importante far apprezzare al bambino questi alimenti in modo che entrino a far parte stabilmente del suo menù.

 

I grassi migliori sono quelli insaturi presenti nell’olio extravergine di oliva, nel pesce, nella frutta secca e nei semi oleaginosi.

 

L’intestino di un bambino è più sensibile di quello di un adulto, si raccomanda di introdurre i cibi integrali con gradualità. Si possono scegliere inizialmente prodotti semi-integrali per arrivare solo in seguito a una dieta a base di cereali prevalentemente integrali e dei loro derivati.

 

L’acqua è il mezzo nel quale si svolgono tutte le reazioni chimiche dell’organismo, è il solvente delle sostanze che circolano nelle nostre cellule e veicola verso l’esterno le sostanze di scarto. Il corpo di un bambino, ancor più di quello di un adulto, è costituito soprattutto da acqua (tra il 60 e il 70 per cento). È quindi essenziale che i bambini imparino a bere a sufficienza, prevalentemente acqua!

 

Il latte materno, specie-specifico contiene tutti i nutrienti nelle proporzioni ottimali per la crescita, ma anche sostanze enzimatiche ed anticorpi che hanno la funzione di aumentare le difese immunitarie. Il latte animale invece non è un alimento utile, da integrare, tantomeno necessario all’essere umano. Contiene infatti un elevato quantitativo di caseine (l’80% delle proteine del latte vaccino è costituito da caseine, contro il 35% del latte materno).

La caseina è una proteina difficile da digerire nell’intestino umano: a contatto con i succhi gastrici, “caglia” formando una massa compatta mucillaginosa che si incolla e fodera le pareti intestinali determinando, giorno dopo giorno, lo sviluppo di lesioni e di infiammazioni nelle pareti intestinali, favorendo la disbiosi intestinale. Si possono utilizzare latti vegetali come quello di riso, mandorla e di soia, a seconda del gradimento del bambino.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

uno × 3 =