Login
password dimenticata?

Hai la Candida Intestinale? Scoprilo con un TEST!

benessere intestinale (1)

Cos’è la Candida Intestinale?

La Candida Intestinale (o “Candidosi Cronica”) è una sindrome complessa che si instaura quando miceti del genere Candida (in particolare la Candida albicans), fisiologicamente presenti nel nostro apparato gastrointestinale (assieme a circa 400 specie di microrganismi benefici diversi), prendono il sopravvento sulla microflora, proliferando in modo eccessivo ed incontrollato e trasformandosi da miceti innocui ad invasivi e patogeni.

Quali sono le cause?

Numerose sono le cause e i fattori predisponenti: la dieta eccessivamente ricca di zuccheri e carboidrati raffinati, disfunzioni immunitarie, uso/abuso di farmaci (soprattutto antibiotici), funzionalità epatica alterata, disequilibrio della flora intestinale.

Quali sono i sintomi?

La Candida Intestinale, proliferando, si trasforma in un micelio invasivo che riesce a creare dei varchi tra le cellule della mucosa intestinale, consentendo il passaggio di cellule del micete (o di parti di esse) e delle numerosissime tossine da esso prodotte che, andando a diffondersi nell’intero organismo, portano allo sviluppo vero e proprio della cosidetta “sindrome da lievito”.

Quindi, partendo dall’eccessiva proliferazione intestinale, la Candida finisce con l’invadere tutto l’organismo, dando innesco a molteplici sintomi e disturbi, principalmente a carico degli apparati gastrointestinale, urogenitale e del sistema endocrino, nervoso e immunitario:

  • sintomi generali: stanchezza cronica, calo di energie, malessere generale, minore libido, forte desiderio di zuccheri e carboidrati;
  • sintomi gastrointestinali: mughetto, gonfiore, crampi intestinali, prurito anale, diarrea/stipsi, etc.;
  • disturbi dell’apparato urogenitale: vaginiti micotiche, cistiti, prostatiti;
  • disturbi dell’apparato endocrino: disturbi legati al ciclo mestruale;
  • disturbi del sistema nervoso: depressione, irritabilità, mancanza di concentrazione;
  • disturbi del sistema immunitario: allergie, psoriasi, eczemi, intolleranze alimentari, tendenza ad ammalarsi di frequente.

Si ritiene che la proliferazione intestinale e sistemica della candida, unitamente all’intossicazione che ne consegue, siano all’origine della maggior parte delle problematiche di salute che affliggono la società occidentale. Esserne consapevoli costituisce il primo passo fondamentale per prevenire la proliferazione della candida patogena nel nostro organismo o, nel caso, per contrastarla efficacemente.

Riconoscere i sintomi permette di prevenire e contrastare la Candidosi Cronica

integratori (1)

Cosa fare per contrastarla?

Al fine di indebolire i miceti che stanno facendo “da padroni” nell’ organismo, è necessario modificare il proprio stile di vita.

In primo luogo è necessario rivedere la propria dieta alimentare e agire dall’interno assumendo dei funzionali naturali in grado di contrastare efficacemente la candida, senza indebolire ulteriormente la flora fisiologica (al contrario dei farmaci antimicotici tradizionali, che depauperano la flora fisiologica e sono spesso responsabili dello sviluppo di ceppi resistenti ancora più aggressivi).

Inoltre è importante integrare la flora fisiologica benefica, indispensabile per ricreare un ambiente intestinale salutare in grado di tenere la candida “sotto controllo”, in un approccio olistico, i cui tempi dipendono dal grado di gravità dell’infezione da candida.

Le regole da seguire

  • Seguire una dieta per togliere nutrimento al fungo e riequilibrare l’intestino
  • Contrastare la Candida a livello intestinale
  • Favorire la ricolonizzazione della flora batterica intestinale fisiologica
piatto salutare 2 (1)
mix frutta (1)
piatto salutare (1)

Consigli alimentari

Eliminare

  •  Zuccheri semplici (zucchero bianco, glucosio, saccarosio, fruttosio, maltosio, sorbitolo, mannitolo, lattosio, galattosio, succo d’acero, succo d’agave, miele, melassa)

  • Cibi ricchi di lieviti e muffe (pane, pizza, dolci, focacce, formaggi, aceto, birra, alcolici, salsa di soia)

  • Cereali raffinati (pasta e riso brillato)

  • Frutta secca

  • Latte e latticini

  • Bevande e cibi confezionati, conservati, raffinati

  • Alimenti a cui si è intolleranti o allergici

Consumare con estrema cautela

  • Pane non lievitato o lievitato con pasta acida

  • Patate e mais

  • Frutta zuccherina, Zucchero di canna integrale (solo se necessario)

Preferire

  • Ortaggi, legumi (preferibilmente di stagione e se tollerati)

  • Cereali integrali e derivati preferibilmente privi di glutine (riso, quinoa, miglio, tapioca)

  • Pasta integrale senza eccedere, al massimo due volte alla settimana (farro, kamut)

  • Pesce, carni biologiche

  • Semi oleaginosi (noci, mandorle, sesamo, girasole)

  • Oli di semi e di oliva di prima spremitura e spremuti a freddo

Acqua

  • Bere almeno 2 litri di acqua al giorno a temperatura ambiente, lontano dai pasti scegliendo acque con residuo fisso inferiore a 50 mg/litro e con pH compreso tra 6 e 7.

Quanto è diffusa la Candida nel tuo organismo?

Il seguente questionario è uno strumento di screening a cui ciascuno di noi può sottoporsi per diagnosticare autonomamente se all’interno del proprio organismo è in atto un’eccessiva proliferazione di miceti del genere Candida.

Se desideri ricevere ulteriori informazioni in base al tuo stato di salute e ottenere consigli personalizzati, non esitare a contattare i nostri esperti.

webinar-tossiemia
Webinar Tossiemia
continua a leggere
difficolta-digestive-e-gonfiore-potrebbe-trattarsi-di-helicobacter-pylori
Difficoltà digestive e gonfiore? Potrebbe trattarsi di Helicobacter pylori
continua a leggere
pancia-gonfia-ti-senti-scoppiare-forse-hai-un-intolleranza-alimentare
Pancia gonfia: ti senti scoppiare? Forse hai un’intolleranza alimentare
continua a leggere