Disturbi intestinali: riportare l’equilibrio naturalmente

Intestino gonfio, crampi, colite, colon irritabile sono tra i disturbi intestinali più frequenti nella nostra società. Le cause sono da ricercarsi nello stile di vita moderno: l’abuso di farmaci, soprattutto antibiotici, l’utilizzo di sostanze che alterano la naturale acidità dello stomaco, un’alimentazione ricca di zuccheri e di proteine di origine animale, pasti consumati frettolosamente, lo stress e le tensioni delle giornate frenetiche che quotidianamente viviamo. Tutto questo porta ad un’alterazione della popolazione di microrganismi che risiede nel nostro intestino e che compone la flora intestinale.

Il ruolo fondamentale della flora intestinale

La flora intestinale è una comunità variopinta, costituita da miliardi di cellule e può essere considerata come… un’impronta digitale! Si forma giorno dopo giorno nel corso della vita, in modo unico e diverso per ogni persona: l’ambiente in cui viviamo, il cibo che consumiamo e lo stile di vita influenzano lo svilupparsi e il mantenersi di questa impronta.

Il suo equilibrio è fondamentale per la nostra salute psicofisica: questa speciale comunità di microrganismi, infatti, funge da barriera difensiva, ci protegge dalle infezioni e interagisce direttamente con il sistema immunitario, modulandone l’attività.

I microrganismi della flora intestinale, inoltre, producono vitamine e ci permettono di assorbire ferro, calcio e magnesio. Infine è stato dimostrato che “lavora” in stretta connessione con il sistema nervoso, al punto da essere considerata dalla moderna comunità scientifica a tutti gli effetti il nostro secondo cervello.intestino-irritato-e-gonfio

Questi microrganismi sono, infatti, capaci di produrre sostanze in grado di influenzare il nostro comportamento, il nostro umore… e possono perfino condizionare la nostra personalità!

Le conseguenze del disequilibrio

Purtroppo abitudini scorrette, farmaci, alimenti, sostanze chimiche con cui quotidianamente veniamo a contatto possono alterare l’equilibrio della flora intestinale, portando ad una crescita incontrollata di microrganismi patogeni a discapito dei batteri amici. La conseguenza più immediata di questa proliferazione è la produzione di grossi volumi di gas che provocano crampi e intestino gonfio.

Se questa condizione si protrae nel tempo le mucose intestinali si infiammano e si manifestano episodi di colite e irregolarità, disturbi intestinali che spesso vengono riconosciuti come sintomi del colon irritabile. E queste non sono le sole conseguenze: se i microrganismi “cattivi” prendono il sopravvento sui batteri “amici”, la nostra prima linea di difesa viene meno e il nostro sistema immunitario non è in grado di fare fronte agli attacchi a cui è continuamente sottoposto. Questo si traduce nell’instaurarsi di infezioni sia a livello locale sia a carico di altri apparati, incluso quello respiratorio.

L’intestino, quindi, non è solo l’ultima porzione dell’apparato digerente deputata all’assorbimento dei nutrienti e all’espulsione delle sostanze di scarto ma è molto di più.

Favorire il benessere con i giusti attivi vegetali

Oggi possiamo favorire le sue naturali funzioni, promuovere il suo equilibrio e riportare l’armonia attraverso l’impiego di preziosi attivi vegetali, preziosi alleati in caso di intestino gonfio, disturbi intestinali, sintomi del colon irritabile e alterazioni della flora intestinale.

L’Estratto di semi di Pompelmo (GSE), grazie alle sue straordinarie proprietà antimicrobiche ad ampio spettro e selettive consente di eliminare solamente i microrganismi patogeni senza intaccare la flora intestinale benefica.intestino-gonfio-rimedi-naturali

Le Maltodestrine fermentate, invece, contengono una speciale miscela di enzimi, sostanze indispensabili per il processo digestivo e di cui purtroppo lo stile di vita alimentare moderno ci porta ad essere costantemente in carenza. Gli enzimi presenti nelle Maltodestrine fermentate, grazie alla loro capacità di scomporre i nutrienti presenti nel cibo in unità più piccole e più semplici da assorbire, riducono la quota di residui indigeriti che arrivano nell’intestino e di cui si nutrono i microrganismi “nemici” del nostra salute, limitandone così la crescita.

Per riportare in equilibrio la flora microbica intestinale è importante sia eliminare selettivamente i microrganismi patogeni sia favorire la proliferazione della flora microbica benefica. Per raggiungere questo obiettivo è possibile utilizzare FIBERSOL-2®, particolari fibre solubili ottenute dall’amido di mais attraverso un processo brevettato, non viscose e che a contatto con l’acqua non si rigonfiano. Queste sostanze vengono lentamente processate ed utilizzate come fonte di energia esclusivamente dai microrganismi benefici e per questo ne promuovono selettivamente la crescita… e senza causare la formazione di gas intestinali!

Inoltre quando queste “fibre non fibre” sono digerite, vengono prodotti acidi grassi a catena corta che hanno una spiccata azione antinfiammatoria e, stimolando la crescita cellulare, aiutano a mantenere l’integrità strutturale della mucosa intestinale.

Infine, il Gel d’Aloe vera, grazie alla sua attività antinfiammatoria, prebiotica e antiossidante, è ampiamente usato in fitoterapia per alleviare gli stati infiammatori dell’apparato gastrointestinale. Questa sostanza, inoltre, migliorando la capacità delle feci di trattenere acqua, favorisce la regolarizzazione della motilità intestinale e la riduzione del tempo di transito, senza procurare diarrea.

Questi attivi vegetali sono presenti in GSE CLEANER-IN, un integratore alimentare, in polvere da sciogliere in acqua. GSE CLEANER-IN è un prodotto, 100% naturale, SENZA GLUTINE, marchiato VeganOK.

prodotto naturale per disturbi intestinali

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

dieci + 7 =