candida_test

Quanto diffusa è la Candida nel tuo organismo? Scoprilo con un semplice TEST

La candidosi cronica è una sindrome complessa che si instaura quando miceti del genere Candida (in particolare la Candida albicans), fisiologicamente presenti, assieme a circa 400 specie di microrganismi benefici diversi, nel nostro apparato gastrointestinale, prendono il sopravvento sulla microflora, proliferando in modo eccessivo ed incontrollato e trasformandosi da miceti innocui ad invasivi e patogeni. Numerose sono le cause e i fattori predisponenti: la dieta eccessivamente ricca di zuccheri e carboidrati raffinati, disfunzioni immunitarie, uso/abuso di farmaci (soprattutto antibiotici), funzionalità epatica alterata, disequilibrio della flora intestinale. La candida, proliferando, si trasforma in un micelio invasivo che riesce a creare dei varchi tra le cellule della mucosa intestinale consentendo il passaggio di cellule del micete, o di parti di esse, e delle numerosissime tossine da esso prodotte che, andando a diffondersi nell’intero organismo portano allo sviluppo vero e proprio della cosidetta “sindrome da lievito”.

La candida quindi, partendo dall’eccessiva proliferazione intestinale, finisce con l’invadere tutto l’organismo, dando innesco a molteplici sintomi e disturbi, principalmente a carico degli apparati gastrointestinale, urogenitale e del sistema endocrino, nervoso e immunitario:

• sintomi generali: stanchezza cronica, calo di energie, malessere generale, minore libido, forte desiderio di zuccheri e carboidrati;
• sintomi gastrointestinali: mughetto, gonfiore, crampi intestinali, prurito anale, diarrea/stipsi, etc.;
• disturbi dell’apparato urogenitale: vaginiti micotiche, cistiti, prostatiti;
• disturbi dell’apparato endocrino: disturbi legati al ciclo mestruale;
• disturbi del sistema nervoso: depressione, irritabilità, mancanza di concentrazione;
• disturbi del sistema immunitario: allergie, psoriasi, eczemi, intolleranze alimentari, tendenza ad ammalarsi di frequente.

Si ritiene che la proliferazione intestinale e sistemica della candida, unitamente all’intossicazione che ne consegue, siano all’origine della maggior parte delle problematiche di salute che affliggono la società occidentale. Esserne consapevoli costituisce il primo passo fondamentale per prevenire la proliferazione della candida patogena nel nostro organismo o, nel caso, per contrastarla efficacemente.

Il questionario è uno strumento di screening utile, cui ciascuno di noi può sottoporsi autonomamente per diagnosticare se all’interno del proprio organismo è in atto un’eccessiva proliferazione di miceti del genere Candida.

SCRIVICI UN’E-MAIL E RICEVERAI SUBITO IL TEST! COMPILARLO TI RICHIEDERÀ SOLO ALCUNI MINUTI, MA TI SARÀ SICURAMENTE UTILE PER INTERPRETARE CORRETTAMENTE I SEGNALI CHE L’ORGANISMO TI INVIA.

Terminato il test? Adesso non spaventarti, qualsiasi sia il tuo punteggio finale. La soluzione c’è, anche nei casi peggiori. Certo è importante che tu comprenda che è necessario modificare il tuo stile di vita, soprattutto alimentare, al fine di indebolire i miceti che stanno facendo “da padroni” nel tuo organismo. Contemporaneamente è di fondamentale importanza agire dall’interno con funzionali naturali in grado di contrastare efficacemente la candida senza indebolire ulteriormente la flora fisiologica (i farmaci antimicotici tradizionali infatti depauperano la flora fisiologica e sono inoltre molto spesso responsabili dello sviluppo di ceppi resistenti ancora più aggressivi). In associazione a ciò è importante integrare flora fisiologica benefica, indispensabile per ricreare un ambiente intestinale salutare in grado di tenere la candida “sotto controllo”. Quindi, un approccio completo i cui tempi dipendono dal grado di gravità dell’infezione da candida.

RIASSUMIAMO QUI BREVEMENTE I PUNTI FONDAMENTALI DEL NOSTRO APPROCCIO ANTI-CANDIDA

a)   Seguire questo schema dietetico per togliere nutrimento al fungo e riequilibrare l’intestinoELIMINARE:
• Zuccheri semplici (zucchero bianco, glucosio, saccarosio, fruttosio, maltosio, sorbitolo, mannitolo, lattosio, galattosio, succo d’acero, succo d’agave, miele, melassa)
• Cibi ricchi di lieviti e muffe (i fermentati: pane, pizza, dolci, focacce, formaggi, aceto, birra, alcolici, salsa di soia)
• Cereali raffinati (pasta e riso brillato), Frutta secca
• Latte e latticini
• Bevande e cibi confezionati, conservati, raffinati
• Alimenti a cui si è intolleranti o allergici
CONSUMARE CON ESTREMA CAUTELA:
• Pane non lievitato o lievitato con pasta acida
• Patate e mais
• Frutta zuccherina, Zucchero di canna integrale (solo se necessario)
PREFERIRE:
• Ortaggi, legumi (preferibilmente di stagione e se tollerati)
• Cereali integrali e derivati preferibilmente privi di glutine (riso, quinoa, miglio, tapioca)
• Pasta integrale senza eccedere, al massimo due volte alla settimana (farro, kamut..)
• Pesce, carni biologiche
• Semi oleaginosi (noci, mandorle, sesamo, girasole)
• Oli di semi e di oliva di prima spremitura e spremuti a freddo ACQUA: Bere almeno 2 litri di acqua al giorno a temperatura ambiente lontano dai pasti scegliendo acque con residuo fisso inferiore a 50 mg/litro e con pH compreso tra 6 e 7.
b)   Contrastare direttamente la candida a livello intestinaleProdotto consigliato: GSE INTIMO TAVOLETTE a base di funzionali dalle spiccate attività antimicotiche (Estratto di semi di Pompelmo(GSE), estratto secco di Tabebuja, polvere delle foglie di Rosmarino), associati all’Uncaria per la sua azione immunomodulante e ai Fruttoligosaccaridi, fibre prebiotiche particolarmente utili per favorire l’adeguata colonizzazione intestinale da parte della flora fisiologica.
c)   Favorire la ricolonizzazione della flora batterica intestinale fisiologicaProdotto consigliato: GSE ACIDOPHILUSApporta un numero elevato (1010 U.F.C. per capsula) del Superceppo di Lactobacillus acidophilus, antagonista fisiologico della candida a livello dell’intestino tenue, associato ai Fruttoligosaccaridi.

PER QUANTO TEMPO?
A seconda del punteggio del tuo test, ti consigliamo di protrarre l’approccio per i seguenti tempi 

Candidosi quasi certamente presenteDurata dell’approccio da 3 a 6 mesi
Candidosi probabilmente presenteDurata dell’approccio da 2 a 3 mesi
Candidosi forse presenteDuarta dell’approccio da 1 a 2 mesi

Una volta terminato questo periodo, indispensabile per contrastare efficacemente la candida, è  consigliabile effettuare un ciclo di trattamento con GSE INTOLERANCE PLUS KIT. Perché? Perché la candida, nel periodo in cui ha invaso il nostro intestino, ha creato pericolosi e numerosi varchi nella mucosa intestinale, consentendo l’ingresso di tossine e alimenti non completamente digeriti e attivando, di conseguenza, la reattività del sistema immunitario. GSE INTOLERANCE PLUS KIT, assunto per almeno 3 mesi, ripristina l’integrità della mucosa intestinale, ottimizza il “terreno” intestinale e, aspetto altrettanto importante, favorisce la depurazione dell’organismo e la funzionalità degli organi a ciò preposti, risultando particolarmente utile ai fini di liberare l’organismo da tutte le tossine accumulatesi per colpa della candida!

Bene, per il momento è tutto; chiunque desideri un consiglio personalizzato può scriverci in qualsiasi momento. Saremmo lieti di analizzare il caso specifico e di fornire indicazioni che possano veramente aiutare. Perché, questa, da sempre, è la nostra missione: “la salute e il benessere delle persone”.

81 commenti
  1. Elena Pagnini says:

    Sono interessata a ricevere il test, anche se nel mio caso la candida intestinale è conclamata,e ben radicata( nonostante per un certo periodo sia riuscita a mantenerla sotto controllo ,anche grazie alla dieta), per avere eseguito coprocultura con esito positivo. Desiderei anche un consulto personalizzato..fra l’altro per una carenza di vitamina b 12 ho appena acquistato un prodotto che adesso vedo contiene mannitolo..
    Grazie

    Rispondi
  2. Anna says:

    Sono anni che soffro di gonfiori di stomaco e addome che spesso mi portano soffocamento e tachicardia, intolleranze alimentari e ultimamente allergia al nickel, disbiosi con valori al di sopra di 60. Sono disperata, nessuno ci capisce nulla e tutte le cure sono state vane, l’unica cura che mi ha aiutata è stata : I semi di pompelmo. l’articolo è stato molto chiaro e completo . Gradirei, se possibile, ricevere il vostro test.
    Vi ringrazio di cuore.

    Rispondi
  3. Giuditta says:

    Ho spesso utilizzato i vostri prodotti e affermò coscientemente la validità di ciascuno!
    Sarei molto felice di ricevere il test per la rilevazione della candida intestinale
    Grazie
    Giuditta

    Rispondi
  4. Sara says:

    Articolo molto utile. Conosco bene i vostri prodotti e li consiglio sempre vivamente alle amiche.
    Gradirei ricevere il test sulla candida grazie.

    Rispondi
  5. Tania says:

    Non finirò mai di ringraziare la prodeco perché grazie ai prodotti Gse in particolare il cistitis ho risolto il mio problema della cistite che per me era diventato insopportabile e preoccupante prodotti ottimi

    Rispondi
  6. Patrizia Lizzadro - Falconara Marittima AN says:

    Gentilissimi, i vostri consigli sono utilissimi per farci comprendere tante cose. grazie
    Gradirei ricevere il test sulla Candida.
    Cordiali saluti

    Rispondi
  7. Luigi Sales - San Severo (FG) says:

    Ottimo articolo, esauriente, chiaro e semplice. Un esposizione che rende bene grazie all’integrazione del testo con tabelle di facile lettura. Le tabelle non hanno bisogno di interpretazioni, semplici ed esaurienti.

    Rispondi

Lascia un Commento

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 − otto =