OCCHI E ORECCHIE
OCCHI E ORECCHIE
Congiuntivite

La congiuntiva è una sottile mucosa trasparente che riveste la superficie anteriore del bulbo oculare e ripiegandosi ricopre anche la parte interna delle palpebre; la funzione è la protezione dell’occhio. Considerando che questo distretto anatomico è continuamente in contatto con l’esterno, risulta evidente la peculiare vulnerabilità rispetto ad aggressioni di varia origine (batteriche, virali, atmosferiche, da corpi estranei, etc.) e, a volte, le sue armi naturali non sono sufficienti. Può comparire quindi la congiuntivite, una delle più note, e di maggiore incidenza, patologie dell’occhio. Lo stato infiammatorio che interessa la congiuntiva causa il segno più evidente della patologia, ossia il rossore diffuso dell’occhio dovuto alla dilatazione dei vasi sanguigni congiuntivali (iperemia), che può evolvere nei casi più gravi con una perdita ematica (emorragia sottocongiuntivale). Comunemente si associa edema, lacrimazione, secrezione sierosa o mucosa, fotofobia e prurito; non c’è una vera e propria sintomatologia dolorosa ma un fastidio e una sensazione di corpo estraneo. A seconda dell’estensione dell’iperemia e della natura dei sintomi, è possibile determinare l’eziologia delle diverse forme di congiuntivite. Esse possono infatti essere innescate da varie cause e presentare sintomatologie diverse: da agenti microbici (batteri, virus e funghi), da agenti fisici e  chimici (fumo, vento, vapori o sostanze chimiche, inquinanti ambientali, esposizione alla luce naturale o artificiale molto intensa), dalla presenza di un corpo estraneo all’occhio (lenti a contatto), oppure secondarie a reazioni allergiche da polvere, pollini, pelo di animali, ecc.(in tal caso vedi Congiuntivite allergica). Anche le infezioni sistemiche batteriche e virali (dal semplice raffreddore alle malattie esantematiche come il morbillo) possono causare congiuntiviti.

Congiuntivite di origine batterica
Staphylococcus aureus, Streptococcus pneumoniae ed Haemophylus influenzae sono cause comuni e frequenti di congiuntivite batterica. Questa interessa entrambi gli occhi e si presenta generalmente con abbondanti secrezioni purulente di colore giallo o verdognolo, più evidenti al mattino (“palpebre appiccicose” al risveglio), accompagnate da irritazione oculare e sensazione di “sabbia negli occhi”, intenso arrossamento e modesto gonfiore; prurito e lacrimazione sono meno frequenti. Particolarmente grave è la congiuntivite da Gonococco, contratta in seguito a contatto sessuale diretto, che determina importante edema palpebrale e profusa secrezione purulenta; generalmente colpisce un occhio solo.
Tra le congiuntiviti batteriche vi è anche quella da Chlamydia trachomatis: tipica nei neonati in seguito al passaggio attraverso il canale del parto infetto, e negli adulti per esposizione a secrezioni genitali infette, ha esordio acuto e tende poi a cronicizzare; oltre al rossore, si manifesta con una secrezione mucopurulenta e formazione di follicoli linfatici sporgenti sulla congiuntiva stessa, talvolta può comparire opacità.

Congiuntivite di origine virale
La congiuntivite di origine virale, causata tipicamente da Adenovirus, è in genere altamente contagiosa, ad esordio acuto, e si manifesta con i sintomi tipici di vasodilatazione congiuntivale, secrezione acquosa poco purulenta, irritazione e lacrimazione abbondante; può manifestarsi intolleranza alla luce e bruciore, mentre il gonfiore palpebrale è minimo e non vi è presenza di prurito. Solitamente si presenta in un solo occhio, ma spesso evolve diventando bilaterale. I virus aggrediscono spesso, oltre all’epitelio congiuntivale, anche quello corneale provocando lesioni e cheratiti di diversa entità. Agenti responsabili allo stesso modo, anche gli Herpes simplex e Herpes zoster.

Congiuntivite di origine micotica
Le congiuntiviti da miceti sono più rare e risultano molte volte del tutto asintomatiche, senza che si manifestino i segni tipici dell’infiammazione. Diverse sono le specie responsabili, che possono causare degenerazione delle cellule epiteliali congiuntivali, con possibili lesioni isolate sia della congiuntiva che del bulbo oculare. L’infezione micotica, oltre alla congiuntivite, può portare alla formazione di granuloma.

Congiuntivite di origine irritativa
L’infiammazione alla congiuntiva, determinata da agenti irritanti di varia origine chimica o fisica, quali fumo, inquinanti atmosferici, detersivi, detergenti, radiazioni UV, calore, ecc. si manifesta con entità e sintomatologie diverse a seconda dell’agente responsabile. Compare vasodilatazione congiuntivale più o meno intensa, secrezione, che può essere mucosa o acquosa, oppure assente e, a seconda dei casi, possono essere presenti prurito, irritazione, lacrimazione, secchezza, fotofobia, bruciore e sensazione di corpo estraneo. Infine, la congiuntivite giganto-papillare è provocata da un corpo estraneo nell’occhio, di solito interessa entrambi gli occhi ed è tipica di chi fa uso di lenti a contatto, causandone l’intolleranza; determina prurito, pesante secrezione purulenta e lacrimazione.

Il trattamento della congiuntivite con la medicina convenzionale
Indipendentemente dalla tipologia della congiuntivite, sia essa di origine batterica, virale, micotica, o di origine irritativa, la medicina convenzionale ricorre, abusandone, a colliri e pomate antibiotiche, cortisoniche, o associazioni di entrambi. L’utilizzo di antibiotici, spesso prescelto senza conoscere la causa reale della congiuntivite, porta frequentemente a sensibilizzazioni oltre ad essere all’origine dell’insorgenza di problematiche di resistenza. L’abuso di colliri cortisonici, forti immunosoppressori, indebolisce ancor più le naturali difese dell’occhio, esponendo al rischio di infezioni, soprattutto virali. L’impiego di colliri decongestionanti, di libera vendita, risulta invece spesso inefficace per l’effettiva risoluzione dell’affezione.
Da qui l’importanza di avere a disposizione valide alternative nel trattamento delle congiuntiviti, qualsiasi sia la loro origine e la natura dei sintomi con cui si manifestano.

La natura ti aiuta nella risoluzione della congiuntivite.

Problematica
Approccio
Stile di vita